MdS Editore
Sabato, Novembre 18, 2017
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami

Le parole nelle nuvole

Martedì, 19 Marzo 2013 10:06

"Favola di Venezia" di Hugo Pratt

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)
"Favola di Venezia" di Hugo Pratt - 5.0 out of 5 based on 4 reviews

"Favola di Venezia" è una storia a fumetti che ha per protagonista Corto Maltese, il marinaio avventuriero inventato dal fumettista e scrittore italiano Hugo Pratt.

Non è facile parlare di un personaggio come Corto Maltese: fa parte di quelle figure mitiche, dei veri e propri lucernari nel mondo dell'arte e della letteratura, di cui è difficile scrivere senza rischiare di essere imprecisi o banali.

La complessità di questo personaggio e delle storie che lo riguardano è infatti notevole, tanto che l'opera di Hugo Pratt è stata a ragione definita una "letteratura disegnata": le avventure di Corto Maltese hanno una consistenza letteraria e, con la maturità dell'autore, tendono ad assomigliare molto più a un romanzo che a un fumetto.  

Corto Maltese gira il mondo da marinaio e avventuriero, sullo sfondo degli eventi storici del primo quarto del ventesimo secolo. Durante i suoi viaggi, oltre a vivere avventure incredibili in ogni angolo del mondo e sullo sfondo delle culture più diverse, s'imbatte in moltissime personalità note, tra cui James Joyce, Jack London, Stalin, Herman Hesse, Sandokan, Saint-Exupéry, ecc. Ironico ed egocentrico, ostenta un distacco per le questioni del mondo ma non manca mai di correre in aiuto dei più deboli.

"Favola di Venezia" è la venticinquesima avventura di Corto Maltese, ambientata a Venezia fra il 10 e il 25 aprile del 1921. In quest'avventura Corto Maltese si trova a Venezia per cercare la clavicola di Salomone, uno smeraldo  magico, dopo che un suo vecchio amico e sfidante, Baron Corvo (soprannome di Frederick Rolfe, lo scrittore inglese), gli ha inviato un indovinello su come trovarlo.

Durante la ricerca s'imbatte in personaggi bizzarri, tra cui il fascista Stevani, il poeta Gabriele D'Annunzio, una ragazza di nome Hipazia che somiglia in tutto e per tutto alla filosofa neo platonica, vari membri della massoneria, un genio della lampada che assomiglia a Rasputin. Attraverso una ricerca condotta tra i luoghi più suggestivi di Venezia, Corto Maltese riuscirà a sbrogliare il mistero della clavicola di Salomone e quello dei personaggi che lo circondano.

La storia si svolge prevalentemente di notte e tutto sembra essere sospeso tra sogno e realtà, sensazione accresciuta anche dalla forte presenza di simbologia mediorientale e dagli stessi disegni, che in questo capitolo si fanno particolarmente essenziali (ma non meno espressivi).

In "Favola di Venezia" si compie un processo iniziato nei capitoli precedenti delle avventure di Corto Maltese: è da qui in poi che lo stile narrativo di Pratt si fa, da fumettistico, più letterario (con testi accurati e abbondanza di riferimenti storici)e le avventure di Corto Maltese sconfinano nettamente nella dimensione del romanzo.

A testimoniarlo è soprattutto il finale della storia, che raffigura Corto Maltese, dopo la fine degli eventi narrati, che bussa a una porta e chiede di entrare "in un'altra storia, in un altro luogo": c'è dunque la presa di coscienza dei personaggi di far parte di una storia, la finzione scenica viene svelata come in un finale di Shakespeare. Inoltre si allude alla presenza di una dimensione magica, a cui si accede bussando a una porta e chiedendo di entrare, che sembra essere il luogo  in cui ogni favola viene generata prima di tradursi in parole, disegni, pittura, sinfonia.

Se non avete mai letto niente di Hugo Pratt, dovete assolutamente farlo. Non importa da che parte cominciate, basta che, almeno una volta, vi immergiate nella lettura di un'avventura di Corto Maltese: oltre a scoprire uno dei più meravigliosi personaggi della storia del fumetto, è un'occasione per accorgersi di  quanto certi elementi tematici non vengano sminuiti, ma anzi vengano amplificati e esaltati, nel loro manifestarsi da una forma espressiva a un'altra. 

http://cortomaltese.com/

http://www.hugoprattforcortomaltese.it/corporate/

Letto 4882 volte