MdS Editore
Mercoledì, Gennaio 17, 2018
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami

Viaggiare

Sabato, 29 Marzo 2014 16:34

...e poi c'erano delle marmellate buonissime! Seconda Parte

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
...e poi c'erano delle marmellate buonissime! Seconda Parte - 5.0 out of 5 based on 2 reviews
All' uscita dal mercato ci accorgiamo di avere perso una delle nostre compagne di viaggio. Tutti muniti di telefonino, non abbiamo pensato a scambiarci i numeri adattandoli alla rete locale, per cui non possiamo contattarla. Siamo molto in pensiero Non conoscendola bene non possiamo  neanche prevedere sue mosse. La guida russa e quella usbeca, che ci accompagnerà per l'intero viaggio, la cercano invano dentro il mercato. Nell'attesa, circa due ore sotto il sole cocente, cambiamo i nostri soldi in moneta locale (Som kirghizo (KGS)). Io posso scattare altre foto della vita cittadina.

Impossibile perdere l' occasione di ritrarre quel crogiolo di razze che sfila davanti a me!
assdj
Questa è la venditrice di schede telefoniche locali. La ragazza è probabilmente russa (sono loro che gestiscono gli affari), ma il taglio dei suoi occhi mi parla di incroci millenari con altre popolazioni. Ho approfittato dell'attesa per comprare subito una di queste sim. Telefonare in Italia con questa costa pochissimo. 

Nel frattempo la signora dispersa, che ha molto viaggiato, e parla un ottimo inglese (anche se lì serve a poco!), non si è persa d'animo. Ha mostrato ad un tassista il biglietto con l'indirizzo dell'albergo e pur non avendo moneta locale ed è arrivata sana e salva al Grand Hotel dove la troviamo stanca e un po' contrariata per essere stata abbandonata. La cena: nel suntuoso locale dove i Kirghizi vanno a festeggiare ci raggiunge una signora che aveva fatto il volo con noi. Moglie di un alto funzionario amministrativo veste Chanel e altre griffe europee. E’ una ginecologa e si interessa dell’inseminazione artificiale. Per i kirghisi che non amano le adozioni è un problema non avere figli. Lei ne ha 4. Parla un buon inglese.

Ci Vorrebbe invitarci tutti e 24 nella sua residenza. Rifiutiamo. Non abbiamo tempo. L’esperienza avrebbe potuto essere interessante.

FINE SECONDA PARTE
Letto 4051 volte